Fermento Sonoro Festival

1 giardino, 10 band, 1 milione di stelle sopra la testa… e qualcuna sul palco

Band #10: Dust

Unknown

Con la decima band e a poche ore dall’inizio di fermento Sonoro siamo alla conclusione della nostra rassegna musicale. Oggi saliamo sul ponte che collega la new wave di fine anni 70 alla nuova frontiera degli Wilco e vi raccontiamo la storia dei Dust (altro…)

Annunci

Band #9: In Her Eye

Siamo quasi in dirittura d’arrivo e mentre pregustiamo la birra di stasera ci lasciamo trasportare dai suoni della Supersonic New Wave della nona band della nostra rassegna, In Her Eye. (altro…)

Band #8: Il Rumore della Tregua

Il rumore della tregua non scrive inni generazionali.
Il rumore della tregua non può morire giovane, perché è nato vecchio.
Il rumore della tregua compone brani in maggiore su commissione.
Il rumore della tregua forse suona come gli anni settanta negli anni novanta, ma non ci è chiaro.
Il rumore della tregua ripudia l’ukulele e il glockenspiel come strumenti di risoluzione ai problemi del cantautorato moderno.
Il rumore della tregua lucra senza ritegno sulle tue malinconie.
Il rumore della tregua non è pre, ma soprattutto non è post.

Vi state chiedendo che cosa sia quest’inno? Forse poesia di strada, rap, avant-garde? (altro…)

Band #7: Finistère

Atmosfere indie pop di matrice anglosassone, ma rigorosamente in italiano: questa è la summa del tipo di musica che fanno i Finèstere, ricreando, nella costruzione dei brani, dinamiche raffinate e trasognate alternate a passaggi più propriamente rock. (altro…)

Le birre artigianali di Fermento Sonoro

Fermento10-gradi-nord Sonoro nasce dall’entusiasmo di molte persone ma soprattutto dalla seguente riflessione: Cosa c’è di più triste di un festival delle birre senza la musica dal vivo? Solo una cosa, un festival di musica con birra scadente, filtrata e pastorizzata, ovvero birra ospedalizzata. (altro…)

Band #6: Henry Beckett

Ieri alla Buca di San Vincenzo Henry Beckett si è esibito live per la seconda volta – la sua prima uscita ufficiale è stata in occasione della poetry-slam walk Cabine in via d’estinzione.
Eppure Raffaele Volpi, alias Henry, il musicista di cui stiamo parlando, non è affatto sconosciuto alle scene musicali milanesi (altro…)

Band #5: Lapsus Acoustic Duo

Sei corde e una voce. Lapsus è questo, nulla meno e nulla più di quel che vedete sul palco di un loro live: l’allestimento è di una semplicità affascinante. Non ci sono cavi ovunque, niente amplificatori, nessun disegno luci.
Batteria, sostegni per chitarre ovunque, un gran casino di riff impazziti che si accavallano e si rincorrono; non vederete né sentirete nulla di simile. (altro…)

Band #4: Paper Pill

Ahoy!
very excited to announce that next saturday we will join Fermento Sonoro in Milan, a brand new festival in a cool place with a bunch of super cool bands.
Ah, that rock’n’roll…

E’ pieno d’allegrezza il primo post che vedo sulla pagina FB dei Paper Pill, la band di cui vi parlerò oggi. L’entusiasmo mi pervade e senza porre tempo in mezzo chiamo Ettore Dell’Orto, valente chitarrista di questo complesso di recente formazione. (altro…)

Band #3: The Red Roosters

Ormai li conoscete. Si definiscono “A true rock’n’roll band from Milan, Italy”.
Sono un giovane quintetto italiano devoto al più puro rock ’n’ roll di stampo anglosassone. Nascono a Milano nel 2010 e nei primi anni d’attività cominciano a macinare esperienza suonando in giro per Milano e dintorni e sperimentando un vario numero di formazioni e musicisti.
(altro…)

Band #2: The Remington

Il loro debutto discografico è avvenuto come trio nel 2011 su 7”, un bel singolo di chiara ispirazione folk-rock con arrangiamenti crudi e molto efficaci che riportano alla mente i Byrds di fine anni 60. Successivamente nel loro primo album, Italian Market, hanno introdotto le tastiere come elemento fisso del sound, fatto che ha contribuito a forgiare un disco da atmosfere senza precedenti in Italia: un perfetto connubio tra i suoni degli Wilco nell’era A.M./Being There e quelli britpop dello stesso periodo storico. Stiamo parlando dei The Remington.
(altro…)